Sancita l’alleanza tra Ebay e Sotheby’s: dal prossimo inverno l’arte si compra con un click

eBay e Sotheby's: aste onlineSancita una storica partnership fra eBay e Sotheby’s, il leader mondiale degli acquisti online e il colosse del mercato dell’arte. Vuoi comperare un Jeff Koons da 50 milioni di $, un Warhol da 70 milioni, un Picasso da 90? Dal prossimo inverno lo potrai fare da casa con un semplice click dal tuo computer o, meglio ancora, dal tuo smartphone o tablet mentre stai passeggiando per la città. Questa in concreto la sintesi dell’allenaza fra eBay e Sotheby’s, due dei più grandi nome del mercato delle vendite all’asta.

A dir la verità sono anni che la casa d’asta, come la sua rivale Christie’s, conduce aste online e, dato che nel 2013 le offerte giunte da internet hanno raggiunto un totale del 17% su tutte le opere vendute (il 36% in più rispetto all’anno precedente), dai vertici di Sotheby’s hanno pensato di sfruttare le potenzialità della tecnologia di eBay per farsi trovare pronti a cogliere i profitti di un mercato che si stima entro il 2020 possa valere circa 13 milioni di $. Insomma si gioca in anticipo per rendere le vendite sempre più accessibili a un pubblico più vasto, basti pensare che sono iscritti alla piattaforma di eBay più di 145 milioni di utenti.

Verrà costruita una piattaforma parallela a quella già esistente e si partirà con le vendite dal quartiere centrale di Sotheby’s a New York. Le aste dalle altre città come Londra, Ginevra, Parigi o Hong Kong, verranno aggiunte e testate più avanti.

E in tutto questo cosa ci guadagna l’ecommerce più famoso del mondo? Bhe sicuramente anche eBay avrà la possibilità di ampliare il suo portfolio di clienti ma soprattutto allargherà il suo dominio su un mercato pocco battuto fino ad ora sulla sua piattaforma, quello dell’arte e del lusso.

Comunque possiamo stare tranquilli che almeno per il primo periodo non ci saranno aggiudicazioni folli e conseguenti titoloni polemici sui giornali: alle tradizionali aste serali di arte contemporanea e degli impressionisti non si potrà partecipare dalla piattaforma online di eBay, da casa dovremo accontentarci di lottare per l’acquisto di gioielli, orologi, vini, fotografie o dipinti il cui valore potrà aggirarsi tra i 5.000$ e i 100.000$. Prezzi alti per molti ba minimi per un mercato sempre più ricco.

La Top Ten delle aste di Giugno

Impressionisti e Arte Moderna occupano le prime posizioni della Top Ten delle aste di Giugno, incontrando ancora una volta i gusti dei collezionisti più importanti.
In classifica anche un italiano, Amedeo Modigliani, con il Ritratto di Paul Alexandre.
Unico artista contemporaneo è Peter Doing con l’olio su tela Country-rock (wing-mirror), pezzo che fa parte di una serie di tre dipinti del 1999. Fu comprato dalla Gavin Brown’s Enterprise l’anno stesso in cui fu dipinto ed è rimasto in quella collezione fino a quest’ultimo passaggio che ha anche segnato il nuovo record price per l’artista.

Vero protagonista è comunque uno dei padri dell’ImpressionismoClaude Monet presente con ben tre opere in classifica tra cui anche quella che si è aggiudicata il primo posto.

Ma ecco la Top Ten:

  1. Claude Monet, Nymphéas – Olio su tela 88,5 x 100 cm – Venduta da Sotheby’s Londra per 53.959.006 $
  2. Francis Bacon, Three studies for portrait of George Dyer – Olio su tela 35,5 x 30 cm – Venduta da Sotheby’s Londra per 45.463.452 $
  3. Piet Mondrian, Composition with Red, Blue and Grey – Olio su tela 66 x 50 cm – Venduta da Sotheby’s Londra per 25.858.989 $
  4. Kurt Schwitters, Ja – Was? – Tecnica mista 109.2 x 80 cm – Venduta da Christie’s Londra per $ 23.710.964
  5. Amedeo Modigliani, Ritratto di Paul Alexandre – Olio su tela 92 x 60 cm – Venduta da Sotheby’s Parigi per 18.435.925 $
  6. Alberto Giacometti, Femme de Venise II – Bronzo e patina d’oro 120,50 cm – Venduta da Christie’s Londra per 15.347.080 $
  7. Claude Monet, La Seine à Argenteuil – Olio su tela 59,8 x 79,8 cm – Venduta da Sotheby’s Londra per 14.523.728 $
  8. Peter Doig, Country-rock (wing-mirror) – Olio su tela 194.9 x 270 cm – Venduta da Sotheby’s Londra per 14.453.058 $
  9. Henri Matisse, L’artiste et le modèle nu. – Olio su tela 60 x 73 cm – Venduta da Christie’s Londra per 11.545.315 $
  10. Claude Monet, Antibes, vue du Plateau Notre-Dame – Olio su tela 65,1 x 92,1 – Venduta da Sotheby’s Londra per 13.475.931 $

Grandi numeri e grandi cifre per un totale che supera i 236 milioni di $.
Che dire, il mercato dell’arte si dimostra ancora in gran forma, soprattutto per chi di problemi finanziari sicuramente non ne ha. Come dire che piove sempre sul bagnato.

Settimana calda per le aste Newyorchesi

Settimana calda questa per il mercato dell’arte a New York: arte impressionista e moderna sotto i riflettori delle case d’asta con la vendita di opere provenienti da alcune delle più importanti collezioni statunitensi.

Domani parte Christie’s con, fra le altre, le Nymphéas di Claude Monet del 1907 (quotato 25-35 milioni di dollari), tre Renoir (stimati da 3 a 15 milioni di dollari), Picasso con un ritratto di Dora Maar, musa e amante dell’artista (stimato 25-30 milioni di dollari), una tela di Kandinsky del 1909, Strandzene (16-22 milioni di dollari).

Il 7 maggio sarà la volta di Sotheby’s. Anche qui spunta un Monet, Sur la falaise à Pourville, (valutato 5-7 milioni di dollari) e ancora opere di Picasso, tra cui Tête de Marie-Thérèse (stima 15-20 milioni di dollari).

Dopo gli ultimi dati che descrivono un mercato in forte ripresa, ci si aspettano dei grandi risultati e perché no, magari qualche nuovo record.